Cattolica assicurazioni lancia la polizza per i Bitcoin

Cattolica è la prima assicurazione a coprire i danni per i furti di Bitcoin

Che il presente stia andando sempre più verso un futuro sempre più all’insegna della tecnologica, è tanto che lo ripetiamo ce ne stiamo accorgendo da tanti fattori. Uno di questi è oggi questa notizia rivoluzionaria che porta la Assicurazione Cattolica avanti alle altre, tirando fuori dal cilindro questa grande novità.

Questa polizza della Cattolica assicurazioni è la prima che andrà a coprire la custodia dei Bitcoin, sia per il furto durante le operazioni di prelievo sia per i danni che potrebbero derivare da intrusioni e violazioni.

Satec Underwriting, società facente parte del gruppo Cattolica Assicurazioni, coprirà i rischi di CheckSig, startup italiana che offre servizi di custodia Bitcoin (BTC) per clienti istituzionali e individui facoltosi. 

La compagnia assicurativa in un suo report, spiega:

“CheckSig è la startup italiana che offre il servizio di custodia Bitcoin per investitori istituzionali e high-net-worth individuals: risolve i problemi legati a sicurezza, complessità tecnologica e conformità regolamentare”

Come funziona la nuova polizza Cattolica per i Bitcoin?

investimenti Bitcoin
Come funziona la nuova polizza Cattolica per i Bitcoin?

Il Vice direttore della Cattolica Assicurazioni ha così dichiarato:

“Siamo particolarmente orgogliosi di questo prodotto, perché grazie alle competenze dei nostri team è stato possibile costruire una polizza per rischi decisamente nuovi, in un settore che ha enormi potenzialità di sviluppo. Questo conferma la nostra capacità di sostenere l’industria più all’avanguardia nell’innovazione tecnologica offrendo coperture assicurative che difendono l’azienda e quindi i suoi clienti”.

Come funzionerà quindi la nuova polizza per i Bitcoin? Si articolerà con un servizio di custodia “trasparente”: un box che custodisce i Bitcoin, come fossero l’equivalente digitale di lingotti d’oro, il cui contenuto e le cui aperture sono osservabili da chiunque. 

Cattolica fa leva sul suo punto di forza, ossia la trasparenza come garanzia di verificabilità, in un mercato che è caratterizzato da paradigmi di sicurezza secret e impossibili da valutare, soggetti purtroppo spesso a frodi.

Il servizio di custodia sarà coperto da una polizza assicurativa su misura sviluppata da Satec Underwriting, società del gruppo Cattolica Assicurazioni, e da Cattre, azienda di riassicurazione per rischi non tradizionali del Gruppo Cattolica.

La polizza copre sia il vero e proprio furto dei Bitcoin, che può avvenire durante le operazioni di prelievo, sia i danni che possono derivare alla sicurezza e alla violazione dei dati. Una grande idea che di sicuro incentiverà maggiormente gli insicuri ad investire sempre di più nelle cryptomonete.



Add a comment