Cryptovalute e blockchain: USA vs Cina

Le due facce delle cryptomonete, gli USA limitano la blockchain, la Cina rilancia le cryptovalute

Le ultime notizie dalla Cina hanno movimentato i mercati delle cryptovalute, a causa del’importante interesse pubblico e privato dichiarato sulla nuova tecnologia blockchain, lasciano un retrogusto un po’ destabilizzati se relazionati al comportamento ostativo verso questa nuova tecnologia innovativa, tenuto dall’America e dagli Stati Uniti.

Anthony Pompliano, co-fondatore di Morgan Creek Digital, ritiene che la Cina potrebbe in un qualche modo diventare leader mondiale dell’innovazione blockchain e risorse digitali rispetto a un’America che fino ad oggi ha ignorato e ostacolato la blockchain e le cryptovalute, scoraggiando fortemente tutte le iniziative legate a questa tecnologia.

Parole amare del gran sostenitore di bitcoin e blockchain statunitense. Nello scenario attuale, le grosse potenzialità di sviluppo e crescita del settore si trovano nelle mani di un Paese, la Cina, che fin dall’inizio si è schierato contro bitcoin e le crypto proponendo il ban ufficiale dal 2016. Poi però riconoscendone il valore è capitolato ed ha invitato tutto il suo popolo ad investire in questa tecnologia rivoluzionaria.

Quale sarà il futuro delle due potenze mondiali sulla blockchain e sulle cryptovalute?

Non possiamo prevedere come progrediranno le politiche americane, ma ad oggi le parole di Donald Trump sono forti e chiare su Twitter riguardo alla blockchain e alle cryptovalute come Bitcoin:

I am not a fan of Bitcoin and other Cryptocurrencies, which are not money, and whose value is highly volatile and based on thin air. Unregulated Crypto Assets can facilitate unlawful behavior, including drug trade and other illegal activity….

Mentre dalla Cina risultano investimenti sulle cryptovalute e sulla blockchain di 80 milioni di dollari fino ad oggi e si preannunciano altri investimenti per 2 miliardi di dollari per il 2022, con un tasso di crescita secondo una analisi della IDC di circa l’84% negli anni a venire.

crypto point italia il futuro delle cryptovalute
Quale sarà il futuro delle due potenze mondiali sulla blockchain e sulle cryptovalute?

Una situazione totalmente opposta a quella di Trump, la riscontriamo nella considerazione cinese dove il presidente Xi Jinping dichiara di voler accelerare l’adozione e sviluppo della tecnologia per prendere la posizione dominante nel campo emergente della blockchain.

La Cina è interessata anche agli asset digitali attraverso la central bank digital currency (CBDC), la sua valuta digitale, chiamata poi digital currency electronic payment (DCEP) che sarà emessa a breve direttamente dalla Banca popolare cinese (PBoC). 

Infatti, proprio a inizio di settimana, Huang Qifan, Vice Presidente del Center for International Economic Exchanges cinese ha affermato che la PBoC studia la DCEP da cinque o sei anni ed è probabile che sarà la prima banca centrale al mondo a lanciare una valuta digitale



Add a comment